Come realizzare un sistema audio Home cinema


audio home cinema

Ci sono alcuni modi per avvicinarsi alla realizzazione di un impianto home cinema audio per la casa.

Il suono più semplice e migliore per la musica (supponendo che tu abbia una buona sorgente musicale ovvero un blu ray) è usare un amplificatore home theatre integrato o un preamplificatore e un amplificatore separati che supportino il sistema di codifica DTS.

Lo svantaggio di questo è che la maggior parte dei preamplificatori e degli amplificatori integrati hanno solo ingressi analogici sinistro e destro, il che lascia la conversione da digitale ad analogico ai circuiti DAC nella tua apparecchiatura sorgente, che spesso non sono molto buoni (specialmente se tu stai utilizzando un decoder via cavo o satellitare per la TV), a meno che tu non abbia una sorgente ad alte prestazioni come quella di un lettore Blu-ray con uscita audio digitale o ottica,

Inoltre, non è altrettanto comodo da usare poiché un preamplificatore a 2 canali non avrà la commutazione video integrata. Se guardi solo un po ‘di TV e film, va bene, oppure puoi sempre acquistare un DAC separato, per ottenere un suono migliore dai componenti DVD, Blu-ray e TV. Una volta scelto l’amplificatore giusto da collegare a tv o lettore di bluray o decoder è l’ora di scegliere le casse acustiche.

Quando si scelgono gli altoparlanti per un home theater o un sistema musicale, ci sono molte cose da considerare come la posizione finale degli altoparlanti, le dimensioni e il tipo e, per chi è attento all’estetica, l’aspetto dell’altoparlante e il modo in cui si fonde con l’arredamento della stanza.

Con un Home Theater a 2 canali, spesso l’obiettivo del design è quello di avere meno disordine nella stanza eliminando i diffusori centrali e surround. Inoltre, se non si prevede di avere un subwoofer, ciò significa che in genere si desidera acquistare un altoparlante a gamma completa possibile.

Se gli altoparlanti non sono montati dentro o sulla parete e si ha la possibilità di spostare l’altoparlante, è necessario prestare molta attenzione a come sono posizionati gli altoparlanti, poiché le informazioni sui canali surround e centrale verranno miscelate ai 2 altoparlanti anteriori e quindi sensibili al posizionamento. Lo consiglio comunque a prescindere dal sistema, ma in genere noterai più problemi indotti dalla fase se gli altoparlanti non sono collegati correttamente a causa dei tempi di ritardo e simili nel down-mix a 2 canali.

Altoparlanti sinistro e destro

Gli altoparlanti sinistro e destro forniscono un suono più laterale, ma comunque altamente localizzato e diretto. Se possibile, gli altoparlanti sinistro e destro in un sistema audio surround dovrebbero essere altoparlanti a gamma completa. Per i migliori risultati, provare a posizionare gli altoparlanti anteriori sinistro e destro in modo che i tweeter siano all’altezza delle orecchie.

Altoparlanti surround

Gli altoparlanti surround (che tu abbia due, tre, quattro o più altoparlanti laterali e posteriori) aggiungono una terza dimensione alla tua programmazione audio, portando una dimensione anteriore e posteriore alla dimensione sinistra e destra fornita dagli altoparlanti anteriori.

Subwoofer

La maggior parte dei subwoofer ha involucri a pavimento con sistemi di altoparlanti attivi (cioè con amplificatori incorporati) per pilotare le gamme di frequenza dei bassi. La tua decisione più importante arriva nella gestione dei bassi. Hai un paio di opzioni:

  • Il subwoofer può completare i tuoi altoparlanti anteriori a gamma completa, fornendo un segnale dei bassi ancora più pieno.

  • Il subwoofer è in grado di gestire tutti i bassi, offrendo ai diffusori anteriori la capacità di concentrarsi sulle frequenze medie e alte.

La maggior parte degli esperti di home theater consiglia di spostare tutti i bassi sul subwoofer. Ciò si traduce in una maggiore potenza e attenzione per i driver delle frequenze medie e alte e meno sollecitazioni sui sistemi di amplificazione e altoparlanti. Questa configurazione offre anche una gamma più dinamica, in quanto il basso può andare inferiore rispetto alla maggior parte degli altoparlanti woofer full-range can stessi (da qui il termine sub woofer).

Sistema 7.1

il sistema 7.1, rispetto a quello 5.1, aggiunge due altoparlanti da posizionare nel soffitto per i suoni che arrivano dall’ alto. Immaginate una scena in cui un elicottero plana dall’ alto. Il suono partirà dagli altoparlanti posti in alto e poi mano mano che l’elicottero atterra si sposterà in modo graduale verso quelli sinistri e destri. Un grande effetto per aumentare la qualità del suono totale.

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo dominio precedentemente ospitava il sito di CGIL FLAI. Ente che organizza i lavoratori dipendenti, fissi, stagionali ( e i disoccupati di comparto) nelle diverse articolazioni professionali operanti nel sistema agro-industriale e per la difesa dell’ambiente. L’ente nazionale è raggiungibile su www.flai.it.

Oggi  questo spazio ospita un blog generalista che parla non solo del mondo del lavoro ma anche di benessere e altre tematiche importanti.