Come stare seduti correttamente alla scrivania


come stare seduti correttamente alla scrivania

Chi passa molto tempo seduto davanti alla scrivania, sa quanto sia importante assumere una posizione corretta e che con il passare del tempo può causare problemi di salute come sciatica o artrosi. Infatti, spesso si tende d avere una posizione curva in cui ci si avvicini con la testa verso lo schermo in modo da curvarsi con la schiena in avanti e di alzarsi poi con dolori abbastanza forti.

Vediamo insieme cosa bisogna fare per evitare di soffrire di dolori alla schiena e di evitare di prendere medicine per far ì che il dolore passi.

 

La posizione corretta

Per far in modo che presto compaiono problemi di salute, la posizione corretta da assumere è quella di tenere a 90 gradi la testa rispetto alle spalle, ai gomiti, alle ginocchia e a piedi. I piedi devono essere poggiati al pavimento mentre le gambe non devono essere accavallate l’una con l’altra, ma se ciò risulta difficile da non fare, è bene alterare l’accavallamento.

 

Come ottenere una corretta postura

Una corretta postura può risultare facile solo se la scrivania è organizzata nel modo migliore. Il piano d’appoggio deve essere di 80 cm, lo schermo deve trovarsi ad una distanza di 45 cm e la sedia deve avere uno schienale regolabile. Per questo un consiglio è quello di scegliere le sedie da gaming in quanto sono molto comode e permettono di ottenere una postura corretta. A tal proposito ci viene in aiuto il sito sediedagaming.it per la scelta della sedia da gaming più adatta a noi.

Gli esercizi per ottenere una buona postura

Il primo esercizio da fare per ottenere una postura corretta è quello che riguarda le ambe: con le mani rendiamo i bordi della sedia e alziamo una gamba alla volta portandola verso il busto e alternare il movimento per almeno 15 volte.

Il secondo esercizio è quello che prevede lo stretching della schiena. Restando seduti divarichiamo le gambe e spingiamo sia il busto che le braccia in avanti verso il basso. Manteniamo questa posizione per almeno 10 secondi e ripetiamola per 5 volte.

Il terzo esercizio è quello dell’abbraccio che consiste nell’auto abbracciarsi, avvolgendo il braccio sinistro sulla spalla destra e il braccio destro sulla spalla sinistra. Manteniamo questa posizione per 10 secondi.

Il quarto esercizio arriva direttamente dal mondo dello yoga e ha come scopo quello di allungare i muscoli del collo. Ecco come eseguirlo: mettiamo il collo dritto  e pieghiamo la testa verso il basso, portando il mento verso il petto. Manteniamo questa posizione per almeno 10 secondi.

Il quinto e ultimo esercizio è il cosiddetto Twist che ti dà la possibilità di mobilizzare la colonna cervico-dorsale in senso orizzontale. Ecco come dobbiamo fare: effettuiamo una torsione del busto verso sinistra, portando anche le gambe verso la stessa posizione mentre la testa e girata verso il senso opposto. La posizione va mantenuta per 10 secondi, al termine dei quali è possibile eseguirla verso il senso opposto.

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo dominio precedentemente ospitava il sito di CGIL FLAI. Ente che organizza i lavoratori dipendenti, fissi, stagionali ( e i disoccupati di comparto) nelle diverse articolazioni professionali operanti nel sistema agro-industriale e per la difesa dell’ambiente. L’ente nazionale è raggiungibile su www.flai.it.

Oggi  questo spazio ospita un blog generalista che parla non solo del mondo del lavoro ma anche di benessere e altre tematiche importanti.